Dieta per Dimagrire

Consigli e Diete per Dimagrire

Dieta per Dimagrire - Consigli e Diete per Dimagrire

Trucchi per Aumentare il Metabolismo e Dimagrire per chi Lavora al Computer

Quando le tue abitudini giornaliere sono quelle di stare davanti alla scrivania 8 ore o più, non c’è dieta per dimagrire che tenga, bisogna necessariamente fare qualcosa per riattivare ed aumentare il metabolismo. Qualcosa di fisico. Ma non ti preoccupare, non serve molto.

A volte basta anche cambiare leggermente alcune abitudini.

Ad esempio, Luca Grisendi ha da poco pubblicato un video dove spiega tutta una serie di azioni e abitudini che puoi cambiare che sono molto semplici, ma che alla lunga possono fare la differenza, soprattutto nel dimagrimento della pancia, nella zona dell’addome.

Clicca qui per scoprire il programma per dimagrire completo di Luca Grisendi.

Il video lo puoi vedere qui:

Ecco alcuni dei consigli che puoi trovare nel video:

Molte volte si pensa che per perdere peso sia importante mangiare meno e per fare massa muscolare sia importante mangiare di più, in realtà in entrambi i casi è molto più importante agire a livello metabolico, aumentando il metabolismo.

Purtroppo stare seduti dietro una scrivania otto ore al giorno non è la situazione migliore, ma evidentemente per molti di noi è difficile evitarlo se lo dobbiamo fare per lavoro.

Questo determina un rallentamento notevole del metabolismo ed un aumento del deposito di grasso a livello addominale.

Il primo consiglio per dimagrire è quello di utilizzare la wellness ball per sedersi. In questo modo, la posizione non è imposta. Inoltre i piccoli spostamenti che puoi fare, i leggeri aggiustamenti della posizione, possono realmente fare la differenza durante la giornata.

Questo ti può far perdere magari 100 calorie al giorno, che sono poche, ma se pensiamo a 100 calorie per 25 giorni lavorativi, allora in quel caso si fanno la differenza.

Un altro consiglio importante è quello di lavorare in piedi. In pratica l’idea è quella di spostare il tuo portatile (se lavori con un portatile) su un ripiano molto più alto in modo che tu possa lavorare in piedi. Non sempre, ma fare delle piccole sessioni di lavoro in quella posizione può aiutare molto.

Anche stando in piedi poi avrai dei micro aggiustamenti che ti aiuteranno a perdere peso e consumare calorie.

Il terzo consiglio invece è quello di consumare più acqua possibile, sia per perdere peso sia per aumentare la massa muscolare.

Cerca quindi di avere sempre di fianco al PC la tua bottiglietta d’acqua personale da cui bere.

Se non puoi utilizzare la wellness ball cerca almeno di alzarti almeno una volta all’ora e fare qualche mini esercizio per riattivare il tuo metabolismo.

Dieta per Dimagrire Miracolosa? No Grazie!

Dieta per Dimagrire: Il cruccio di molte persone, quando si avvicina il momento di indossare il costume da bagno, sono sempre quei chili in più. E’ facile cedere alle lusinghe di diete per dimagrire miracolose, ma la verità è che solo con un regime alimentare oculato si potranno perdere chili, non riacquistarli e allo stesso tempo restare in salute (che è molto più importante).

Ci sono molte diete che ti possono aiutare a dimagrire, da quelle che prevedono di mangiare un solo alimento, a quelle iperproteiche, fino a quelle che prevedono alcuni giorni di digiuno, ma in genere non risultano efficaci, e possono rivelarsi dannose per la salute. Perdere peso e ritrovarsi con rughe, capelli sfibrati e pelle sciupata non è certo un modo per acquistare fascino!

Clicca qui e scopri il programma per dimagrire in 30 giorni.

Consigli per una Sana Dieta per Dimagrire che Funziona Veramente

Dieta per dimagrire

Il primo trucco per poter seguire una dieta per dimagrire che aiuti a ritrovare la forma è inserirvi alimenti che vi piacciono. Il senso di “sacrificio” non è un alleato dell’umore e con un umore negativo non si affrontano i cambiamenti.

Nemmeno sedersi a tavola affamati serve allo scopo, perché si tenderà ad abbuffarsi. La dieta per dimagrire ideale non fa soffrire, potrebbe esere anzi un’occasione per imparare a nutrirsi in modo sano, fermando la fame con mele, snack ipocalorici o yogurt.

Un consiglio che vale per tutti è quello di abbinare mentalmente il periodo della dieta ad un cambiamento positivo nella vostra vita. Trovare un hobby, frequentare nuovi amici, iniziare a praticare uno sport o fare un breve viaggio renderà più accettabile il nuovo regime alimentare.

Se avete più di trent’anni, non limitatevi a stare attenti a tavola, ma abbinate la dieta per dimagrire all’esercizio fisico, per non rischiare si ritrovarvi più magri ma anche meno tonici, con la pelle cascante che non è certo piacevole da vedere! In ogni caso, imponetevi di essere sempre positivi e attivi, non pensate che state facendo un sacrificio ma che state imparando a mangiare meglio.

Gli alimenti che fanno ingrassare, quelli da limitare nella dieta per dimagrire, sono i grassi, i condimenti troppo ricchi, i dolci e alcuni tipi di frutta secca. Ma nessun alimento va tolto, semplicemente ne va limitata l’assunzione. E ogni tanto è bene “premiarsi” con un cioccolatino in più, che non invaliderà la dieta e vi farà sentire soddisfatti.

Ogni dieta per dimagrire valida ed efficace si basa sull’equilibrio tra carboidrati, grassi e proteine. E’ sempre meglio farsi seguire da un dietologo, che individuerà la dieta che più si adatta alla vostra conformazione fisica e alle vostre esigenze. E’ inoltre bene tenere sempre a mente che non esistono le diete miracolose, e che solo perdendo peso gradualmente si ottengono risultati durevoli.

La dieta per dimagrire ideale non è difficile da trovare, e se seguita con costanza vi farà sentire pù belli e più  sani.

Dieta per Dimagrire: le Calorie Sono Importanti?

Sicuramente avrai sentito nominare e conoscerai le calorie se hai mai fatto una dieta per dimagrire, ma probabilmente le conoscerai anche se non ne hai mai fatta una.

In questo articolo ti voglio mostrare un video di Luca Grisendi, un personal trainer certificato, che ti spiega la verità sulle calorie e come queste influiscono sul tuo dimagrimento.

Ti ricordo che puoi scoprire il programma per dimagrire di Luca Grisendi, un programma che ti consiglio vivamente se non riesci a perdere il peso che desideri e non riesci ad appiattire la pancia, a questo link: Programma per Dimagrire.

Qui di seguito invece puoi vedere il video sulle calorie con i consigli per dimagrire di Luca (in basso hai anche la trascrizione completa):

Trascrizione:

Ciao sono Luca ed in questo video parleremo di calorie.

Se stai seguendo una dieta per dimagrire o se stai seguendo un regime alimentare sicuramente è una variabile che avrai sentito e tenuto in considerazione.

In questo video di spiegherò cos’è e perchè è importante che non ti focalizzi solo su questa variabile all’interno di un programma di perdita peso o comunque di miglioramento della forma fisica.

Le calorie rappresentano una forma di energia, quindi un’unità di misura. Una forma di energia che tu vai ad introdurre all’interno del tuo corpo attraverso il cibo, quindi maggiori sono le calorie, maggiore sarà l’energia che andrai ad introdurre.

Perchè le calorie non sono le uniche variabili importanti?

Beh per vari fattori. Facciamo un esempio. Poniamo un confronto fra 100 calorie derivanti dalle proteine e 100 calorie invece derivanti dai grassi.

Nel momento in cui io introduco queste calorie che sono le stesse, 100 derivanti dalle proteine nel caso A e 100 derivanti dai grassi nel caso B, l’effetto sul mio corpo è veramente molto, molto diverso.

Questo è il motivo per cui le calorie rappresentano solo una variabile relativa e non assoluta che quindi ci può indicare quello che è giusto o sbagliato mangiare.

Nel momento in cui io mangio le proteine, in generale nel momento in cui io mangio un qualsiasi cibo e quindi introduco un qualsiasi macronutriente, quello che il corpo fa è bruciare una parte di queste calorie per digerire il cibo stesso, quindi se io mangio 100 calorie derivanti da una bistecca ad esempio, il corpo brucerà una parte di queste calorie per digerire la bistecca stessa, quindi l’introito netto sarà inferiore a seconda del macronutriente che vado ad introdurre.

Le proteine sono quelle che hanno una termogenesi indotta più alta, se io introduco 100 calorie, il 30%, cioè 30 calorie, verranno bruciate dal corpo stesso per digerire la bistecca, quindi l’introito netto è di 70 calorie.

Viceversa, dalla parte opposta abbiamo i grassi che hanno una termogenesi molto bassa. Su 100 calorie, solo 5 o 10 vengono bruciate per digerire il cibo stesso.

Quindi a parità di calorie, l’introito netto sarà molto diverso.

Motivo per cui in molti casi si suggerisce una dieta proteica in quanto l’importo calorico è inferiore e contemporaneamente favorisce anche una velocizzazione del metabolismo perchè appunto nel digerire le proteine il corpo fa fatica e quindi il metabolismo si velocizza.

Quindi la prima variabile è la termogenesi indotta. Maggiore sarà questo valore, minore sarà l’introito che avrai di calorie (i carboidrati sono circa un 10-15%).

Contemporaneamente l’effetto di quello che vado a mangiare, sul mio corpo, è veramente molto importante.

Ancora una volta facciamo un paragone tra 100 calorie di proteine e 100 di zuccheri semplici. L’effetto sul corpo è molto diverso. Nel momento in cui io introduco gli zuccheri semplici avrò un picco di glicemia, che il corpo cercherà di incamerare rilasciando insulina, ormone che viene prodotto dal pancreas, questo poi favorirà un maggiore deposito di nutrienti, quindi io mangio zuccheri semplici, si ha un picco di glicemia, viene rilasciata insulina, questa insulina, chiamata per l’appunto “L’ormone del deposito“, fa sì che i nutrienti vengano estrapolati dal sangue e depositati nelle cellule.

L’effetto è quello di ridurre la glicemia nel sangue, però così facendo ovviamente, se le calorie non venogno utilizzate, il corpo non fa altro che accumulare grassi, quindi, detta proprio in due parole, mangiando zuccheri semplici, la probabilità di accumulare grasso è molto più elevata.

Quello che infatti devo fare io per perdere peso, è avere un metabolismo bello veloce soprattutto evitare questi picchi glicemici.

Invece se io mangio 100 calorie di proteine non solo non avrò i picchi glicemici, che è già un ottimo aiuto per perdere peso e mantenersi in forma durante tutto l’anno, ma come abbiamo visto prima, il 30% delle calorie verranno utilizzate per digerire le proteine stesse.

Questi sono i motivi per cui le calorie possono veramente essere una variabile importante, ma che va comunque contestualizzata.

La variabile veramente importante è di mangiare i cibi giusti, nel momento in cui mangi i cibi giusti (carne magra, pesce, frutta, verdura, frutta secca, ecc..), le calorie hanno molta meno importanza.

Dieta per Dimagrire: Gli Zuccheri

In qualsiasi dieta per dimagrire è importante fare attenzione agli zuccheri, in particolare, ad alcune tipologie di zuccheri.

In questo video che ti propongo, Luca Grisendi ti spiega molto bene che rapporto devi avere con gli zuccheri, quali sono gli zuccheri consigliati da assumere e come si dimagrisce con gli zuccheri.

In pratica trovi degli ottimi consigli per dimagrire.

Ti ricordo che puoi ottenere il programma completo per dimagrire di Luca Grisendi a questo link.

Qui puoi vedere il video, sotto vedi la trascrizione:

Trascrizione del video:

Ciao sono Luca e in questo video parleremo di zuccheri semplici e picchi glicemici. Quello che assolutamente devi fare se vuoi perdere peso ed avere un corpo asciutto e tonico è quello di eliminare dalla tua dieta gli zuccheri semplici che possono causare durante la giornata dei picchi glicemici.

Quindi andiamo con ordine. Gli zuccheri semplici sono dei carboidrati e tipicamente si trovano in alimenti come pasta, pane o comunque in tutti gli alimenti tendenzialmente raffinati, quindi tipicamente vengono definiti come carboidrati raffinati poichè essendo molto lavorati perdono parte delle fibre, quindi appunto alla fine il risultato è che hai la parte contenente molto zucchero senza avere le fibre che in generale servono ad abbassare l’indice glicemico, quindi il risultato è quello di avere un alimento con indice glicemico abbastanza elevato.

Perchè questo è un problema?

Perchè all’interno del corpo questo determina un aumento della glicemia a livello del sangue. Il corpo non ama questa glicemia piuttosto elevata a livello sanguigno e quindi rilascia tramite il pancreas l’insulina che è appunto un ormone che ha come obiettivo quello di abbassare questa glicemia presente nel sangue.

L’unico modo che ha di abbassare la glicemia è quello di depositare gli zuccheri nelle varie cellule, quindi difatto toglie gli zuccheri dal sangue e li deposita nelle cellule.

Ovviamente se io sto consumando molte calorie questi zuccheri verranno utilizzati per produrre energia, ma se io non ho un gran metabolismo veloce ed efficiente, questi zuccheri verranno depositati sottoforma di grasso.

Quindi, maggiori sono i picchi glicemici, sia in temrini di quantità che di frequenza, maggiore è la probabilità di accumulare del grasso perchè il corpo ogni volta si troverà costretto a rilasciare insulina per rilasciare questi picchi glicemici e difatto, gli zuccheri depositati poi molto probabilmente diventeranno grasso.

Quindi il tuo primo obiettivo della tua dieta per dimagrire deve essere quello di evitare questi picchi glicemici. Ormai molte ricerche sostengono che il primo step per perdere peso è quello di eliminare gli zuccheri semplici che sono la prima causa di questi picchi glicemici.

Trovi gli zuccheri semplici non solo nella pasta e nel pane bianco, ma anche ovviamente nel cibo spazzatura che spero non faccia parte della tua alimentazione ed ovviamente anche in tutte le bibite zuccherate.

Quindi il suggerimento è: comincia ad eliminare prima di tutto lo zucchero che in genere aggiungi ad esempio al caffè o alle altre bevande, piuttosto che aggingere zucchero al caffè puoi aggiungere del miele, quindi anche il dolcificante è assolutamente bocciato, quello che devi fare invece è utilizzare il miele che è una variante molto più sana per dolcificare il caffè, il the il latte o la bevanda che preferisci che ti garantisce comunque tantissime proprietà benefiche senza avere un indice glicemico troppo elevato.

E’ abbastanza elevato, ma è molto più sano rispetto all’utilizzo di zucchero aggiunto, quindi elimina dolcificanti, zucchero bianco e zucchero di canna.

Man mano che nella tua dieta per dimagrire eliminerai questi picchi, sicuramente i risultati saranno molto importanti.

Un altro modo per eliminare questi picchi è quello di mangiare regolarmente. Se infatti io non faccio colazione al mattino oppure mangio solo 2 o tre volte ogni giorno, difatto quello che capiterà sarà che tra un pasto e l’altro avrò dei cali energetici molto importanti, il corpo quindi tenderà a ricercare zuccheri semplici per compensare a questa mancanza di energia e difatto tu andrai a cercare zuccheri semplici.

Questo innescherà un picco di glicemia che verrà poi sedato dal corpo tramite il rilascio di insulina e così via…

L’obiettivo è quello di avere un livello di glicemia e metabolismo il più stabile possibile. Questo lo si ottiene facendo colazione al mattino, che è il pasto più importante della giornata, e dopodichè mangiando ogni 3 ore.

Mangiando ogni 3 ore stabilizzi la glicemia, stabilizzi l’energia, non andrai alla ricerca di zuccheri semplici, non arriverai ad ogni pasto troppo affamato, mangerai i cibi giusti ed eviterai anche durante il pasto stesso di causare questi picchi glicemici.

Eliminandoli ti assicuro che i risultati saranno veramente incredibili, perchè ancora prima delle calorie o di altre variabili, questa sicuramente è un fattore molto importante.

Fintanto che questi picchi saranno presenti, difficilmente perderai peso.

Risorse consigliate: ti ricordo che se vuoi puoi ottenere il programma completo per dimagrire di Luca Grisendi a questo link.

Consigli per Dimagrire Facendo Attività Fisica

Lo sport è considerato da sempre un grande alleato della nostra salute in quanto apporta grandi benefici all’organismo ed è consigliato a tutte le età.

Praticare attività fisica è un toccasana per muscoli, ossa e articolazioni, favorisce la perdita di peso e permette una ridistribuzione del grasso corporeo, modellando e rassodando i tessuti.

dimagrire sportPraticare in modo costante uno sport, inoltre, svolge un importante ruolo preventivo contro malattie cardiovascolari e respiratorie, previene il diabete, l’osteoporosi, l’ipertensione, l’obesità e alcuni tipi di cancro, come il cancro al colon. Alcuni studi, inoltre, rivelano come l’esercizio fisico praticato in modo costante sia efficace anche nel rallentare l’invecchiamento, mantenendo attivo il tono muscolare di cuore e polmoni, rinforzando ossa ed articolazioni, favorendo così la respirazione e rallentando i processi tipici dell’invecchiamento, come l’assottigliamento di ossa e cartilagini.

Per chi non ama praticare attività fisica in palestra, che spesso risulta essere monotona e ripetitiva, ecco alcuni consigli pratici su come allenarsi in modo alternativo.

Dimagrire senza Palestra

Uno degli sport più consigliati in assoluto, essendo economico, pratico ed efficace, è sicuramente la corsa. Con l’arrivo della bella stagione, con giornate tiepide e lunghe, non c’è migliore attività fisica della corsa praticata all’aperto.

La corsa rinforza l’apparato cardiocircolatorio, lo scheletro e l’apparato muscolare, comprese articolazioni e tendini, permette di bruciare calorie, rassoda e tonifica.

È uno sport a costo zero, che permette un allenamento senza vincoli di orari, che possiamo gestire e programmare in maniera del tutto autonoma. Inoltre, ci permette di stare all’aria aperta, godendoci le belle giornate primaverili.

Nonostante questo, è importante in ogni caso rivolgersi al proprio medico per un’accurata visita, prima di intraprendere qualsiasi tipo di attività fisica, compresa la corsa. Per le persone anziane è invece consigliabile sostituire la corsa con la camminata veloce che, se praticata con costanza si dimostra altrettanto efficace, ma molto più moderata.

Bisogna cominciare l’allenamento in modo graduale senza chiedere troppi sforzi al nostro organismo, che potrebbero danneggiarci.

Inizialmente si può cominciare con un quarto d’ora di stretching per favorire l’allungamento muscolare, seguito da mezz’ora di corsetta e un altro quarto d’ora di stretching finale, per ridurre l’acido lattico.

Gradualmente si può aumentare il programma di allenamento fino ad un’oretta di corsa da effettuare almeno tre volte a settimana.

Per favorire un allenamento adeguato può essere utile anche usare il cardio-frequenzimetro per controllare i battiti cardiaci. In base al ritmo cardiaco, infatti, possiamo capire se stiamo eseguendo nella giusta maniera il nostro allenamento.

Se vogliamo mantenerci in forma e tonificare, seguiamo l’allenamento leggero, per il quale i battiti cardiaci devono rientrare intorno al 60-70% della frequenza cardiaca massima. Se, invece, vogliamo dimagrire con la corsa, dobbiamo aumentare l’allenamento per attivare la degradazione dei lipidi e mantenere i battiti cardiaci intorno al 70-80% della frequenza cardiaca massima.

Il valore della frequenza cardiaca massima si può misurare mediante una semplice formula:

Per gli uomini= 220 – l’età;

Per le donne= 226 – l’età.

Oltre alla corsa, negli ultimi tempi si fa sempre più strada una nuova concezione dello sport, che unisce l’esercizio fisico al divertimento.

Nasce, ad esempio, lo Zumba Fitness, un nuovo modo di allenarsi a ritmo di musiche latino-americane, che permette di divertirsi ballando e allo stesso tempo di effettuare esercizi mirati per rassodare e tonificare tutte le zone più critiche del corpo.

Lo Zumba fitness è un modo alternativo per modellare il corpo, bruciare le calorie in eccesso e tonificare i tessuti seguendo un allenamento travolgente e divertente, che sostituisce le monotone e faticose sedute di palestra. Questo tipo di attività fisica permette di conciliare allo stesso tempo il benessere fisico con quello mentale, creando un’opportunità di svago dalla routine quotidiana, abbinata allo sport. Una ginnastica a 360° dunque, che apporta benefici sia al corpo che alla mente.

Per ottenere i migliori risultati si possono alternare gli esercizi aerobici, che apportano benefici a livello cardio-vascolare e tonificano i muscoli, agli esercizi di tipo anaerobio che favoriscono il potenziamento muscolare.

Infine, è bene ricordare che praticare sport non sostituisce l’adozione di un’alimentazione adeguata. É fondamentale, infatti, abbinare all’esercizio fisico uno stile di vita sano, evitando gli abusi e conducendo contemporaneamente un’alimentazione sana ed equilibrata.

Consigliato: La Dieta per Dimagrire ed il Programma di Luca Grisendi

Se hai bisogno di dimagrire e vuoi provare una dieta per dimagrire, prima di imbatterti in frustrazioni e risultati che non arrivano, ti consiglio vivamente di guardare prima questo breve video di Luca Grisendi

(il video si aprirà in una nuova pagina clicca qui per vederlo o clicca l’immagine qui sotto)

Video dieta per dimagrire - Luca Grisendi

Se non hai mai letto il nostro blog qui su DietaPerDimagrire.org devi sapere che noi non consigliamo quasi mai diete o programmi per dimagrire di altre persone a meno che non siano altamente selezionati, qualificati e di qualità come in questo caso.

Ovviamente di programmi e diete per dimagrire ne vediamo, testiamo e valutiamo ogni giorno per offrire ai lettori del nostro blog qualche spunto o consiglio in più ogni settimana, ma quasi sempre scopriamo ogni settimana una dieta da cui è bene stare alla larga.

In passato abbiamo sconsigliato molti programmi per dimagrire, ma in alcuni casi troviamo del materiale molto interessante e fatto molto bene e con professionalità, come nel caso di questo video che ci sentiamo in dovere di consigliare data la qualità e l’utilità.

Dieta per Dimagrire: Luca Grisendi

Ma chi è Luca Grisendi?

Prima di consigliare una qualsiasi dieta per dimagrire mi informo sempre in modo accurato sull’identità della persona che ha ideato il programma, in questo caso Luca Grisendi.

Luca è un personal trainer certificato che vive a Reggio Emilia. In particolare ha la certificazione CFT 1 dell’ISSA (International Sport Science Association), ovvero il livello massimo di certificazione riconosciuta a livello internazionale.

Ha anche conseguito un master in Wellness Management presso l’ ALMA Graduate School di Bologna. Insomma, non si tratta sicuramente di un improvvisato, anzi è una persona molto seria che ha trasformato la sua passione nel suo lavoro.

Il video

Nel video che ti proponiamo in questo articolo e che ti consiglio assolutamente di vedere, Luca spiega alcune cose molto interessanti come per esempio:

– Il motivo per cui non sei ancora riuscito/a a perdere i tuoi chili di troppo ed il motivo per cui molte persone non riescono ad ottenere la forma fisica che vorrebbero e soprattutto la pancia piatta.

– Un alimento che viene venduto come “salutare” e che in realtà non ti aiuta assolutamente a dimagrire.

Cosa non funziona nel mondo odierno per dimagrire.

Cos’è e cosa non è il suo programma per dimagrire.

Clicca sull’immagine in alto per vedere il video che si aprirà in una nuova finestra. Il video dura circa 7 minuti.

Diete per Dimagrire: Il Colore Rosso Aiuta

Il sovrappeso e l’obesità sono ormai la piaga del nostro Paese. Mantenere un corretto peso corporeo e seguire un’alimentazione sana ed equilibrata apporta numerosi benefici al nostro organismo e riduce notevolmente il rischio di numerose patologie. Spesso, però, seguire una dieta per dimagrire in modo corretto e prolungato nel tempo non è facile e richiede un enorme sforzo psicologico ed una grande forza di volontà.

É statisticamente provato, infatti, che su cinque soggetti che iniziano un percorso dietetico, solo uno di essi riesce a portarlo avanti con successo e a raggiungere l’obiettivo prefissato.

Le diete per dimagrire vengono abbandonate ancora più precocemente se sono particolarmente drastiche e se impongono forti privazioni e restrizioni.

Ci sono delle regole fondamentali da seguire che facilitano il proseguo di un percorso dietetico, in quanto rendono la dieta più soddisfacente e più facile da portare a termine.

Diete per Dimagrire: Regole che facilitano il percorso

dieteperdimagrire-colorerosso

Innanzitutto, per riuscire a seguire una dieta senza correre il rischio di abbandonarla da un momento all’altro e andare così incontro al rischioso effetto Yo-Yo, bisogna assecondare in qualche modo i propri gusti, senza eliminare i cibi più appetibili, ma semplicemente riducendone le quantità.

Una dieta giusta, infatti, deve riuscire anche ad appagare e soddisfare le esigenze di chi la sta seguendo.

Se amiamo un cibo in particolare, del quale proprio non riusciamo a fare a meno, non possiamo privarci di quell’alimento, perchè questo avrebbe esattamente l’effetto opposto sulla nosta dieta, portandoci velocemente a stancarci e ad abbandonarla.

Un’altra cosa importante quando si segue una dieta è variare spesso i cibi e non renderla mai monotona. Per alimentarsi in modo corretto, infatti, NON è necessario mangiare cibi in bianco o sconditi, come in molti erroneamente pensano. É importante, invece, preparare i propri pasti con cura, rendendoli saporiti con l’aggiunta di spezie ed aromi, limitando i condimenti grassi ed utilizzando solo olio d’oliva nostrano.

Oltre a queste piccole osservazioni, ci sono dei veri trucchetti che agiscono tramite la vista, a livello psicologico e garantiscono la buona riuscita di una dieta. L’aspetto psicologico è infatti di fondamentale importanza per garantire la buona riuscita di una dieta, senza rischiare di fare troppi sacrifici.

Uno di questi, già ben conosciuto dai più, è quello di utilizzare dei piatti di piccole dimensioni per le portate, in modo che, anche se la porzione è piccola, il piatto viene completamente riempito, dando visivamente una sensazione di abbondanza.

Di più recente scoperta è invece l’utilizzo del colore rosso per favorire il dimagrimento. Il colore rosso da sempre rappresenta  il colore che attribuiamo ai divieti. Nessuno avrebbe mai immaginato però che il colore rosso potesse influenzare anche la sensazione di fame.

Alcuni ricercatori delle Università Svizzera e Tedesca hanno pubblicato un lavoro, dove mostrano i risultati di due studi nei quali sono state utilizzate stoviglie di colori diversi per servire bevande zuccherate e snack.

Questi studi hanno rivelato che i soggetti sottoposti all’esperimento tendevano a mangiare i cibi, anche i più golosi, in quantità molto più ridotte, il 44% in meno, quando essi venivano serviti in piatti e bicchieri di colore rosso, rispetto a chi riceveva il cibo all’interno di piatti e bicchieri di colore blu.

In un secondo esperimento si ottennero gli stessi risultati pur non utilizzando stoviglie rosse, ma semplicemente marcate con un bollino rosso, percepito come un segnale di attenzione e pericolo dal nostro cervello.

La spiegazione di questi risultati è assolutamente scientifica e quindi molto attendibile.

Essa si basa sul fatto che a livello inconscio il nostro cervello percepisce il colore rosso come qualcosa da evitare e da cui astenersi. Una sorta di segnale di divieto, che ci permette di evitare il cibo presentato in stoviglie di questo colore e, dunque, involontariamente riduce il nostro senso di fame.

Questo principio può essere utilizzato a nostro vantaggio nelle diete dimagranti. Inoltre, questa scoperta potrebbe diventare un fattore molto importante da prendere in considerazione nel caso in cui si voglia ridurre il consumo di cibi e drink dannosi alla salute.

Cominciamo allora a sostituire le nostre vecchie stoviglie con piatti e bicchieri di colore rosso!

Dieta per Dimagrire con il Cioccolato!

Il cioccolato, da sempre demonizzato dai nutrizionisti in quanto fonte di zuccheri e grassi saturi, viene oggi fortemente rivalutato, anzi addirittura considerato come un alimento benefico per la prevenzione di diverse patologie.

Recentissimi studi, infatti, rivelano le capacità del cioccolato di prevenire gravi patologie, come alcuni tipi di cancro e addirittura il diabete o l’ipercolesterolemia, grazie all’elevato contenuto di sostanze naturali di alto valore nutrizionale. Parliamo dei flavonoidi, appartenenti alla più ampia famiglia dei polifenoli. Negli ultimi anni, infatti, molti ricercatori stanno concentrando i loro studi sul  “cibo degli Dei”, con scoperte piacevoli per i più golosi e di grande stupore.

dietaperdimagrire-cioccolato

Un recentissimo studio condotto in Spagna conferma le capacità di una dieta ricca di cacao sulla cura del diabete. Il cacao è in grado di regolare i livelli di insulina nei pazienti diabetici. In particolare, è la epicatechina, il principale flavonoide presente nel cacao e molto abbondante anche nel cioccolato fondente, a stabilizzare i livelli di insulina.

L’insulina viene normalmente prodotta dal pancreas, in particolare dopo i pasti, per favorire l’assorbimento degli zuccheri in eccesso presenti in circolo. Nei soggetti diabetici, invece, l’insulina prodotta non è sufficiente a favorire l’eliminazione degli zuccheri dal sangue, oppure le cellule non rispondono in modo adeguato agli stimoli dell’ormone. Questo determina un aumento dei livelli ematici di glucosio, ovvero la glicemia.

L’impatto dei flavonoidi del cacao, ed in particolare dell’epicatechina sul miglioramento del meccanismo d’azione dell’insulina nei soggetti diabetici è stato dimostrato attraverso diversi studi ed ha portato alla conclusione che una dieta ricca di cacao può costituire uno strumento essenziale per la prevenzione del diabete, andando addirittura a sostituire o coadiuvare la classica cura farmacologica.

Questa scoperta potrebbe rivoluzionare la cura del diabete, anche se bisogna tenere comunque conto del fatto che la quantità di flavonoidi presente nel cioccolato potrebbe essere insufficiente ad apportare importanti benefici, in quanto non si può introdurre una quantità massiccia di cioccolato a causa del contenuto in zuccheri e in grassi saturi.

Oltre a proteggere e guarire dal diabete il cioccolato sembra essere un grande alleato del cervello, rallentando i processi di invecchiamento e contrastando importanti patologie legate ad esso, come la Demenza Senile o il Morbo di Alzheimer.

Inoltre, soggetti che consumano quotidianamente cacao, presentano una riduzione della pressione sanguigna, e quindi un beneficio contro l’ipertensione ed una riduzione dello stress ossidativo.I flavonoidi presenti nel cacao, infatti, sono sostanze antiossidanti che spazzano i radicali liberi, rallentando i processi fisiologici dell’invecchiamento.

Mangiare cacao fa bene anche al cuore e riduce il rischio di malattie cardiovascolari, innanzitutto perchè riduce la pressione sanguigna ed inoltre determina un incremento dei livelli di colesterolo “buono” HDL, eliminando quello “cattivo” LDL.

Infine, è stato riscontrato che mangiare regolarmente cioccolato, almeno due volte a settimana, aiuterebbe addirittura a perdere peso ed a contrastare, dunque, il rischio obesità. Anche in questo caso, le proprietà dimagranti del cioccolato sarebbero da attribuire al contenuto in flavonoidi, anche se si tratta di studi preliminari e non ancora confermati.

É doveroso, a questo punto, sottolineare che tutti i benefici apportati dal cioccolato di cui abbiamo finora discusso, sono collegati ad un consumo moderato di cioccolato e, soprattutto, si riferiscono al consumo di cacao, quindi in particolare di cioccolato fondente con una percentuale di cacao superiore al 60%, che contiene  una minore quantità di burro di cacao e di zuccheri.

Il consiglio è dunque quello di consumare ogni giorno una certa quantità di cacao all’interno di una dieta equilibrata e bilanciata. Per prevenire malattie cardiovascolari, ipertensione, ipercolesterolemia e diabete, è consigliabile consumare circa 15 g al giorno di cioccolato fondente di alta qualità con un contenuto elevato di cacao, da dividere in tre porzioni giornaliere. Inoltre, è necessario sempre abbinare la sana alimentazione ad uno stile di vita sano ed una moderata ma costante attività fisica.

Trucchi e Dieta per Dimagrire in Serenità

Si avvicina la bella stagione, ed è il momento della verità per tutte le donne e per tutti gli uomini. Il colorito della pelle appare spento dopo il lungo inverno, e pensando alla fatidica prova costume siamo terrorizzati dai chili che abbiamo guadagnato, ben visibili su cosce, fianchi, pancia e glutei.

La nostra prima tentazione sarebbe quella di mettersi a dieta in modo “drastico” per smaltire il grasso in pochi giorni. Ma sappiamo benissimo che un regime alimentare di privazioni è destinato al fallimento, e con esso al recupero immediato dei chili persi.

dietaperdimagirire-divertirsiPer riuscire a dimagrire in maniera efficace e per apparire in forma in vista dell’estate, perciò, dobbiamo innanzitutto mettere  ordine nei nostri pensieri, stabilire a cosa possiamo rinunciare, delineare un programma chiaro e non eccessivamente privativo e affrontare la dieta per dimagrire con uno stato d’animo positivo.

La prima cosa da fare è accertarsi che il cibo non costituisca un “sostituto” di qualcosa che manca nella vostra vita. Se vi sentite insoddisfatte, dedicate del tempo ai vostri hobbies, a frequentare gli amici e a fare semplici esercizi di meditazione per liberare la vostra mente e migliorare la vostra forza di volontà.

Una volta pronti ad affrontare le nuove prove, liberatevi di ciò che non vi è utile, sia psicologicamente che fisicamente. Iniziate facendo pulizia negli armadi e nei cassetti, proseguendo con il depennare quelle persone o quei posti che vi causano disagio, il quale spesso può condurre a una “abbuffata” ristoratoria.

Assolutamente da abbinare alla dieta per dimagrire è l’attività fisica. Specialmente dopo i trent’anni la perdita di peso non associata a un adeguato programma di movimento rischia di causare l’avvizzimento della pelle, che può presentarsi afflosciata e poco tonica, col risultato che si appare sì più magri, ma anche più vecchi, e nonostante tutti gli sforzi fatti veniamo bocciati alla prova costume. Praticare uno sport inoltre aumenta l’adrenalina e la sensazione di appagamento, evitandovi di focalizzare il pensiero sul cibo.

A tavola, è bene sedersi comodamente, e respirare profondamente, preparandosi ad assaporare gli alimenti con calma e serenità. Masticare lentamente aumenta il piacere che si prova nel mangiare, e aiuta il processo digestivo, con il risultato che tutto l’organismo lavora meglio.

Una dieta troppo drastica, come si accennava in precedenza, è controproducente. Meglio ridurre le portate che rinunciare a pasta o pane. Sono da evitare solo i cibi troppo calorici come dolci, fritti e condimenti eccessivamente grassi. Ma anche in questo caso non occorre essere rigidi: una “eccezione” alla dieta ogni tanto fa bene all’umore e non porta alcun danno alla forma  fisica.

Un trucco per sentirsi appagati e soddisfatti è quello di presentare “bene” i cibi. Piatti belli a vedersi, colorati, serviti in piatti graziosi, combatteranno l’effetto “tristezza” che  spesso si associa alle diete. Lo stesso risultato si ottiene se si consuma il pasto davanti a un bel panorama e in una stanza arredata con gusto.

Una colazione ricca è il trucco per arrivare a fine giornata senza soffrire la fame. Abbondate con cereali, pane e crackers integrali, miele e succhi di frutta, che sono facilmente smaltibili e che danno energia. Non ci vuole poi tanto per rimettersi in forma, e lo si può fare in allegria!

Dieta per Dimagrire e per Diventare più Belli

Non è detto che cercare di essere in forma e attraenti debba necessariamente significare fare sacrifici. Si può invece giocare col contenuto del nostro frigorifero, e scoprire che ci sono alimenti di sapore gustoso che fanno parte di diete per dimagrire, che aiutano a stare bene, sia se li consumiamo, sia se li utilizziamo come… cosmetici!

dietaperdimagrire-bellezza

Il miele, per esempio, ha un sapore estremamente gustoso, ed è un ottimo alleato per l’organismo, avendo proprietà antinfiammatorie, digestive e ahe rinforzanti per i muscoli. Ma è anche un’ottima base cosmetica per maschere fai-da-te. Si può preparare un efficace scrub unendo al miele un po’ di zucchero. Abbinato al limone serve invece come coadiuvante contro la pelle grassa. Anche usato da solo contribuisce a mantenere la pelle del viso tonica e senza brufoli.

Altro alimento ricco di proprietà nutritive e non solo è la banana. Pur se ricca di zuccheri, è un frutto utile contro l’acidità di stomaco, l’ipertensione, l’anemia e anche la depressione. Applicata sul viso, mescolata con la comune panna da cucina,  aiuta a rivitalizzare e stimolare l’epidermide. Per idratare e ammorbidire, si può unire la banana a uno yogurt e a un cucchiaio del già menzionato miele, stendendola sul viso in posa per dieci minuti.

E a proposito di yogurt, è forse uno degli alimenti più sani e utili per la nostra salute, in quanto contribuisce a mantenere attiva la flora intestinale, e con essa il sistema immunitario. E’ inoltre un’importante fonte di calcio, potassio, fosforo e magnesio e crea meno intolleranza rispetto al latte.

Se il problema è un viso tirato, magari dopo una nottata insonne o dopo qualche “stravizio”  un vasetto di yogurt mescolato a un quarto di arancia distribuito sul viso e tenuto per appena cinque minuti servirà a fare apparire la pelle immediatamente più luminosa e distesa. In caso di irritazione dovuta al sole, basta un cucchiaio di yogurt e una goccia di olio essenziale di lavanda per un effetto calmante e rinfrescante.

Le uova, che tutti hanno in frigorifero, sono essenziali nella dieta per dimagrire, poiché sono  anticoagulanti naturali e il loro consumo riduce il rischio di infarto e ictus. Ma sono anche preziose per la bellezza. Con un uovo, un cucchiaio di miele, succo di limone e olio d’oliva si può infatti preparare una maschera nutriente. Se si mescolano solo uovo e olio d’oliva, si crea in pochi secondi un ristrutturante per capelli sfibrati.

Le patate, immancabili in ogni cucina, sono ricche di vitamina C, e preziose alleate del sistema circolatorio. Inoltre, danno allo stomaco un senso di sazietà, rivelandosi perciò utili in caso di dieta. Per liberare la pelle dalle impurità, basta schiaccire una patata lessa, aggiungere olio d’oliva e un cucchiaio di latte, amalgamare bene il tutto e lasciare in posa pochi minuti. Per sgonfiare le occhiaie è invece sufficiente appoggiare due fette di patata sotto gli occhi, restando stesi al buio per qualche secondo.

Come abbiamo visto, non occorre spendere cifre esorbitanti per curare al meglio la propria pelle. Basta utilizzare ciò che compriamo ogni giorno, che ha il vantaggio, rispetto ai cosmetici, di essere naturale ed ecologico.