In questo articolo vedremo la dieta dimagrante ideata dal dottor Migliaccio per le donne in menopausa e i soggetti con problemi di peso.

Questa dieta da 1300 Kcal ideata dal dottor Migliaccio promette di far perdere dai 2 ai 3 kg in soli 7 giorni di dieta. 

Questa dieta è ideale per tutti quei soggetti che hanno problemi a perdere i chili in eccesso. Le donne in menopausa dovrebbero seguire la dieta del dotto Migliaccio, poichè questo regime alimentare può aumentare gli ormoni tiroidei, e velocizzare il metabolismo.

Inoltre, è utile per dare uno shock al grasso localizzato su pancia, fianchi e cosce. Questo regime alimentare può essere seguito facilmente, poichè è costituito da cibi ricchi di nutrienti facili da reperire.

La dieta da 1300 Kcal del dottor Migliaccio, è costituita prevalentemente da cibi alcalinizzanti e antinfiammatori, che combattono l’infiammazione del corpo, migliorano la risposta immunitaria, migliorano la sintomatologia associata a problemi digestivi (colite, gastrite, sindrome del colon irritabile), e prevengono l’invecchiamento precoce delle cellule.

Chi è il dottor Migliaccio?

Il dottor Migliaccio è un nutrizionista ed ideatore di questa dieta utile nel contrastare moltissime patologie.

 

Chi dovrebbe seguire il protocollo alimentare del dottor Migliaccio?

Questo protocollo alimentare dovrebbe essere utilizzato da tutti quei soggetti che hanno superato i quarant’anni e ricercano una perdita di peso di almeno 2-3 Kg.

Le persone che dovrebbero seguire la dieta del dottor MIgliaccio sono:

  • donne in menopausa
  • soggetti che hanno superato i 40 anni e sono in sovrappeso

Entrambe queste categorie sono contraddistinte da:

  • scarsa funzionalità della tiroide
  • metabolismo rallentato

Oltre alla dieta del dottor Migliaccio, le donne in menopausa e i soggetti sedentari in sovrappeso che ricercano una perdita dei chili di troppo, dovrebbero associare alla dieta, l’esercizio fisico, per aumentare il dispendio energetico a riposo.

Chi può seguire la dieta del dottor Migliaccio?

Questo regime alimentare può essere seguito da tutti i soggetti sani, tranne per quelli che presentano queste condizioni:

  • magrezza eccessiva
  • problemi renali
  • problemi epatici
  • disturbi alimentari, come la bulimia o l’anoressia
  • diabete

Si tratta di un regime alimentare fortemente ipocalorico che deve essere effettuato dietro consiglio di un nutrizionista.

 

Indicazioni alimentari

  • Mangia la frutta sempre da sola lontana dai pasti. Ideale è consumare un frutto nello spuntino mattutino, o nella merenda pomeridiana.
  • Per favorire una corretta digestione, e limitare gonfiori addominali, eccessiva flatulenza o problemi digestivi di varia natura, occorre masticare bene il cibo, fino a rendere il bolo alimentare di consistenza liquida o semi liquida. È molto importante questa fase, poiché può diminuire notevolmente il lavoro a carico dello stomaco.
  • Prediligi frutta, verdura, carne e pesce biologico, a Km 0.
  • Per limitare la fame nervosa puoi iniziare il pasto con cibo altamente voluminoso, e ipocalorico, come un bel piatto di verdura cruda (lattuga, spinaci)
  • Elimina il consumo di fritti, di drink alcolici, e di cibi trasformati.

Esempio di dieta da 1300 Kcal del dottor Migliaccio per le donne in menopausa

Giorno 1

Colazione

Uno yogurt greco da 170 grammi fage 0 % di grassi + 30 grammi di noci

Spuntino

Una banana o una pera o una mela

Pranzo

80 grammi di riso integrale al pomodoro e basilico + 80 grammi di petto di pollo + insalatona cruda a piacere + un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Merenda

Centrifugato di una mela – mezza barbabietola rossa – mezzo sedano

Cena

120 grammi di sgombro + insalatona mista a piacere + cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Giorno 2

Colazione

60 grammi di fiocchi d’avena + 200 ml di latte parzialmente scremato

Spuntino

banana o pera o mela 

Pranzo

120 grammi di salmone al cartoccio + 60 grammi di patate lesse + verdura a piacere + un cucchiaio di olio extra vergine 

Merenda 

30 grammi di mandorle

Cena

90 grammi di cosce di pollo ai ferri + 100 grammi di spinaci + cucchiaio olio extra vergine d’oliva

Giorno 3

Colazione

Yogurt greco + 15 grammi di cioccolato fondente min 70 %

Spuntino

Una banana o una mela o una pera

Pranzo

80 grammi di spaghetti integrali con 80 grammi di gamberetti e zucchine + un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Merenda 

Centrifugato di una mela + 50 grammi di spinaci + una barbabietola rossa

Cena

120 grammi di orata al vapore + insalatona a piacere + un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Domande più frequenti

Per quanto tempo può essere seguita la dieta del dottor Migliaccio?

Questo regime dimagrante fortemente ipocalorico devono essere seguiti assieme ad un dietologo per un massimo di 1-2 settimane. Questa dieta dimagrante deve essere usata due-tre volte l’anno per dare uno shock al metabolismo, e costringere il corpo a bruciare il grasso in eccesso. Non può essere utilizzato come una dieta quotidiana per troppo tempo, mi raccomando!

Chi dovrebbe seguire questa dieta?

La dieta del dottor Migliaccio dovrebbe essere seguita da quei soggetti che hanno problemi a dimagrire, come le donne in menopausa, e i soggetti sedentari.

È priva di rischi?

No, se seguita in modo errato può favorire la comparsa di molti disturbi, quindi è ideale seguire questo regime alimentare assieme ad un dietologo ben qualificato, che potrà analizzare il vostro stato di salute e decidere con voi il miglior programma dietetico da seguire per le vostre specifiche condizioni

Quanti chili si possono perdere con la dieta del dottor Migliaccio?

Anche se non si può rispondere con assoluta certezza a questa domanda, la dieta da 1300 Kcal ideata dal dottor Migliaccio può portare ad una perdita di 2-3 Kg in soli 7 giorni.

15 giorni senza carboidrati

Iscriviti alla newsletter!

Scopri gli errori più comuni commessi dalle persone che vogliono perdere peso

Consenso trattamento dati

Grazie per l'iscrizione!

Pin It on Pinterest

Share This

CONDIVIDI IL POST SUI SOCIAL!

Condividi questo articolo con i tuoi amici!